Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
In arrivo fondi per la promozione e la carta dei mieli lucani
[Torna all'indice generale]
  
75.000 euro per l'apicoltura lucana Apicoltura, si tratta di contributi per consolidare le aziende e migliorare la produzione del miele lucano. Le modalità per chiedere i finanziamenti sono definite in un bando approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Agricoltura e Sviluppo rurale, Gaetano Fierro.

Gli incentivi per il 2006, a disposizione del comparto, ammontano a 75mila euro. Sono finanziabili, in sostanza, gli investimenti aziendali consistenti nell’acquisto di attrezzature per la produzione e la commercializzazione del miele e iniziative per la certificazione di qualità. “Il miele lucano si sta imponendo, sempre di più, tra i cultori dei prodotti di pregio. La Regione sta continuando nella sua azione di incentivare sia gli imprenditori che potranno contare sugli incentivi regionali per dotare le aziende sia le procedure che portano alla riconoscibilità e alla tracciabilità del prodotto” ha dichiarato Fierro.
L’assessore ha inoltre annunciato, durante un convegno a Bari, che “d’intesa con il Consorzio regionale si sta predisponendo la Carta dei mieli lucani, che racchiuderà venti qualità di eccellenza”. Il bando sarà pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Basilicata. I modelli per la richiesta di contributi sono disponibili presso il Dipartimento Agricoltura, in viale della Regione Basilicata a Potenza. Le domande devono essere inviate, in plico chiuso e per raccomandata, entro trenta giorni dalla data di pubblicazione del bando sul Bur.
 
(by Basilicata Press)