Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Assistenza tecnica nella Regione Lazio
[Torna all'indice generale]
  
PROGRAMMA FINALIZZATO AL MIGLIORAMENTO DELLA PRODUZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI DELL’APICOLTURA
Annualità 2009 – 2010

Considerazioni sul programma di assistenza tecnica realizzato nella Regione Lazio nell’estate 2010: il punto di vista dei tecnici.

A cura di Marco Pietropaoli°, Alessandra Giacomelli°, Simone Fongoli*, Giovanni Formato°.
°Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana – Unità Operativa di Apicoltura.
*Tecnico apistico

Nel 2010 il coordinamento del progetto di Assistenza Tecnica in Apicoltura (sottoazione a4 del Reg CE n.1234/2007) del Lazio è stato affidato dall’Assessorato alle Politiche Agricole e Valorizzazione dei Prodotti Locali all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana (IZSLT). Il progetto, cofinanziato dallo stesso IZSLT, è stato realizzato con la collaborazione di tutte le associazioni di Apicoltori del Lazio, di ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione Agricola del Lazio) e dell’Università di Roma Tor Vergata.
L’assistenza tecnica ha coinvolto 66 aziende apistiche del Lazio,tutte regolarmente registrate presso le aziende USL di competenza, aderendo al piano su base volontaria. Le suddette aziende sono state visitate più volteda tecnici apistici appositamente addestrati che hanno provveduto aparlare di persona con gli apicoltori relativamente alle loro problematiche aziendali, a consegnare opuscoli di aggiornamento sulle malattie delle api e sulla normativa apistica , acompilare questionari appositamente predisposti per ottenere un quadro dell’apicoltura laziale ed arealizzare campionamenti per analisi di laboratorio (tabella 1). A chiusura del progetto è stato realizzato un incontro con i tecnici apistici perché esprimessero considerazioni sul progetto.
Laprincipale criticità riscontrata nel progetto di assistenza tecnica in apicolturadel 2010 è stata la brevità del tempo a disposizione per la realizzazione delle visite presso le aziende: un solo mesee mezzo non ha consentito ai tecnici di verificare le criticità delle aziende nel corso dell’intera stagione apistica ed ha ridotto molto le possibilità di incontro tra l’apicoltore ed il tecnico apistico.
Durante le visite in apiario i tecnici hanno trasmesso le loro competenze e la loro passione per l\\\'apicoltura ricevendo continuisegnali di interesse da parte dei fruitori dell\\\'assistenza.Numerosi sono stati gli apicoltori, soprattutto hobbisti, che hanno ricevuto le visite con forti aspettative e si sono dimostrati grati con la Regione che gli ha dato la possibilità di confrontarsi in un modo così costruttivo con i tecnici. In alcuni casi l\\\'iniziale diffidenza da parte degli apicoltori, a volte più interessati agli aspetti di laboratorio del progetto di assistenza tecnica, si è trasformata in un saldo e proficuo rapporto di fiducia e formazione reciproca con i tecnici.
In linea generale è stato possibile avvertire un sincero sentimento di riconoscenza da parte degli apicoltori che, ancorchè pochi, sono stati grati di ricevere un servizio di tale tipo ed hanno apprezzato il fatto di poter avere dei punti di riferimento anche per le loro problematiche future.
La disponibilità ed il desiderio di continuare a ricevere interventi di assistenza tecnica nelle future annualità di attuazione del Regolamento 1234/07 da parte degli apicoltori è senza dubbio un importante risultato emerso. In definitiva, il programma di assistenza tecnica in apicoltura del 2010 realizzato nella Regione Lazio ha permessodi instaurare un rapporto di fiducia tra la figura del tecnico apistico, le Istituzioni e gli Enti di ricerca

MATRICE - ESAME
Api giovani: Esame morfometrico
Api bottinatrici: Virosi (PCR)
Api bottinatrici: Nosemiosi (PCR)
Miele: Residui chimici di farmaci veterinari
Miele: Analisi melissopalinologica
Miele: Analisi sensoriale

Tabella 1. Analisi realizzate nell’ambito del Piano di Assistenza Tecnica della Regione Lazio.
 
(by Apitalia)