Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Api malate: spuntano le discariche di arnie
[Torna all'indice generale]
  
Pattuglie appartenenti ai Comandi Stazione forestale di Bussoleno e Settimo Vittone (in provincia di Torino) hanno rilevato l’esistenza di un preoccupante fenomeno individuato durante l’attività di controllo esterno, svolta rispettivamente sul territorio della bassa Valle di Susa e dell’Eporediese in materia di sicurezza sull’esercizio dell’apicoltura.

In comune di Chianocco, Località Grange, gli agenti forestali hanno accertato l’abbandono di numerose arnie e loro parti, cassette porta sciami in polistirolo, melari, telaini, ecc. su di un terreno agricolo adiacente ad un’area boscata. Il materiale apistico è stato rinvenuto in rilevante quantità, sparso in cumuli o rovesciato sul suolo. Ulteriori indagini hanno riscontrato l’appartenenza del suddetto materiale ad un ex apicoltore residente in Chianocco il quale ha ammesso di avere sospeso l’attività alcuni anni prima, abbandonando di fatto in loco tutte le arnie e il relativo materiale accessorio sul terreno.

Un fatto molto simile è stato riscontrato in Borgofranco d’Ivrea Località San Gregorio dove un apicoltore residente in Pont Saint Martin ha abbandonato circa duecento arnie complete di telaini e coperture in lamiera. Le arnie erano in abbandono e, ovviamente, prive di api da circa due anni. Il fatto è stato segnalato al Comune di Borgofranco e alla competente Asl di Chivasso.

Ulteriori interventi sono stati effettuati nei comuni di Carema e Scarmagno dove sono stati riscontrati numerosi apiari in attività su terreni, in assenza del codice identificativo che deve essere apposto nelle adiacenze degli alveari che ne garantisce la rintracciabilità.

Per tali illeciti sono state contestate sanzioni per oltre un migliaio di euro in violazione alle leggi sullo smaltimenti illecito dei rifiuti e in materia di apicoltura.
 
(by Localport Notizie)