Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Anche il Consiglio di Stato rigetta il ricorso delle multinazionali della chimica
[Torna all'indice generale]
  
Nella sessione del 19 dicembre il Consiglio di Stato ha, infatti, preso in esame il ricorso presentato dalle multinazionali dell’agrochimica Bayer, BASF e Syngenta per ottenere il ritiro immediato del decreto, del 17 settembre 2008, di sospensione dei concianti neonicotinoidi per il mais. Il Ricorso che è stato respinto, accogliendone solo una delle obiezioni formali, cui i responsabili ministeriali potranno fare fronte adempiendo a quanto prescrive la procedura. Come avvenuto dinanzi al Tar del Lazio, anche in questo caso le ragioni dell’apicoltura sono state portate avanti in prima persona dalle organizzazioni degli apicoltori.

Oltre all’impudente e sistematica falsificazione rispetto a quanto evidenziato e accertato scientificamente in campo, spiega un comunicato di Conapi, oltre a presentare come indispensabili dei pesticidi neurotossici di assai dubbia utilità se non per i profitti di chi li vende, oltre alla indecente richiesta di danni (la sola Bayer chiede ben 15 milioni di Euro), le obiezioni dei legali dei tre colossi della chimica si sono incentrate su alcuni vizi procedurali da parte del ministero della Salute: la notifica del procedimento all’Agrofarma in luogo che alle ditte interessate e la mancanza di un periodo temporale del provvedimento.

U.n.a.API. e ConAPI si sono costituti a fianco del Ministero in giudizio per la difesa e la sopravvivenza dell’apicoltura, quali unici contro interessati. Le due associazioni apistiche hanno predisposto un dossier documentale riassuntivo dell’intera vicenda ai fini della migliore predisposizione degli atti legali e delle azioni giudiziarie (che sarà presto pubblico).
 
(by Apitalia)