Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Fuoco batterico: 3400 kg miele con residui di streptomicina
[Torna all'indice generale]
  
Sono stati 3395 i chilogrammi di miele che hanno dovuto essere ritirati dal mercato per la presenza di streptomicina, l’antibiotico autorizzato da quest’anno in Svizzera per la lotta al fuoco batterico.

Il miele invendibile - e per il quale i produttori saranno rimborsati con 18-20 franchi il chilo - rappresenta circa l’1 per mille della produzione annua di circa 3600 tonnellate. In base al bilancio presentato oggi dall’Associazione svizzera frutta (ASF), la maggior parte del miele contaminato, ossia 3200 chili, proviene dal Canton Turgovia. I circa 200 kg rimanenti sono stati prodotti nei Cantoni di San Gallo e Berna.

L’associazione dei frutticoltori acquista il miele con i residui di streptomicina, che viene immagazzinato per un anno prima di essere eliminato, e risarcisce gli apicoltori. In collaborazione con l’Associazione svizzero-tedesca e romancia degli apicoltori, l’ASF ha fissato il limite di 0,01 milligrammi di streptomicina per chilogrammo oltre il quale il miele non può essere consumato. L’Ufficio Federale dell’Agricoltura (UFAG) aveva invece fissato un limite di 0,02 mg/kg.
 
(by Swisscom - ats)