Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Obama e le api
[Torna all'indice generale]
  
Popolazione di api -23%, questo inverno. Per i Verdi, però, serve bando pesticidi


Niente più api, niente più impollinazione...niente più uomini! Questo scenario apocalittico sembra essere ben presente a Barack Obama, che ha ora deciso di indossare la veste di difensore delle api. Il presidente degli Stati Uniti ha creato una task force per combattere la moria di api negli alveari negli Stati Uniti. La Pollinator Health Task Force è stata incaricata di sensibilizzare il pubblico americano e creare partnership tra pubblico e privato sulla difesa del laborioso insetto, che non è utile solo perché produce miele. Che, anzi, si ritrova a essere l'architrave su cui poggia l'ecosistema planetario, ma la cui popolazione è in forte contrazione. E che rischia nel medio termine, soprattutto in conseguenza dei pesticidi usati in grandi quantità in agricoltura, l'estinzione. L'annuncio della Casa Bianca tuttavia non ha accontentato tutti. I “verdi” protestano perché Obama non è andato a fondo alla questione, mettendo al bando alcuni insetticidi sull'esempio dell'Unione Europea. L'annuncio arriva sulla scia di dati impressionanti: lo scorso inverno la popolazione delle api è diminuita negli Usa del 23%. Le implicazioni sono enormi per agricoltori e consumatori: Sono almeno 90 i raccolti negli Stati Uniti che dipendono dall'impollinazione delle api e un quarto del cibo consumato dagli americani: frutta, noci, verdura. Le api hanno un profondo impatto economico: contribuiscono per oltre 24 miliardi di dollari all'economia americana.
 
(by Alessandra Baldini, Ansa - 23.06.2014)