Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Uso dello sciroppo di limone per la prevenzione della Varroa delle api.
[Torna all'indice generale]
  
Sul numero 4, 2014, di Apitalia che è in distribuzione in questi giorni abbiamo parlato dello sciroppo di puro succo di limone e zucchero di canna, un alimento fatto in casa. Da somministrare alle api, che, secondo Stanislao Pagliara e il dottor Giovanni Are, dovrebbe essere inserito fra le buone pratiche apistiche.
Ecco l'intervento, nel merito, del dottor Giovanni Are, medico veterinario



Sono un apicoltore hobbistico della provincia di Treviso e posseggo, attualmente, quattro famiglie di api. L’anno scorso navigando in internet, alla ricerca di metodi alternativi all’uso di prodotti chimici per la lotta alla varroa, ha destato il mio interesse il sistema in uso da Stanislao Pagliara che ho prontamente contattato telefonicamente. Pagliara, disponibilissimo, mi ha descritto il suo metodo. Avendolo trovato molto interessante ho proposto al signor Stanislao di schematizzare una procedura di intervento, per poter con condividere il metodo con altri apicoltori. Tutto parte dallo sciroppo di limone che viene somministrato rovesciandolo lungo il bordo superiore dei telaini del nido ed è prontamente consumato dalle api che dimostrano di gradirlo molto. Tale nutrimento, che apporta una fonte naturale di acido citrico, zuccheri semplici quale il fruttosio, vitamine, sostanze antiossidanti non che sali minerali, fortifica le api rendendole meno suscettibili agli attacchi esterni batterici e fungini, compresa la varroa. Inoltre, poiché le api, inevitabilmente, si imbrattano leggermente sono costrette a ripulirsi fra di loro, azione che determina ulteriormente la caduta degli acari. Il sottoscritto è da ottobre che ha adottato questo sistema e a tutt’oggi le famiglie si presentano forti, in buona salute e in piena ripresa primaverile. Ovviamente, i risultati di questo sistema che, comunque, va inserito fra le buone pratiche che ogni apicoltore deve avere nei confronti delle proprie api, andrà valutato con l’andare del tempo. Di positivo, comunque, noi diamo alle api dei prodotti naturali di facile fattura e non prodotti chimici, sostanze che già naturalmente purtroppo sono presenti, abbondantemente, sul nostro pianeta.

Dottor Giovanni Are, medico Veterinario
 
(by Apitalia - 26.03.2014)