Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
La Vespa velutina è arrivata in Piemonte
[Torna all'indice generale]
  
Dopo la segnalazione del 24 maggio 2013, relativa al ritrovamento di un esemplare di Vespa velutina Lepeletier (Hymenoptera: Vespidae: Vespinae) a Loano, (Savona), a quello di un nido della suddetta Vespa in località Vallecrosia (Imperia), in data 12 luglio, e ad altre segnalazioni in alcuni comuni della Liguria di Ponente, anche in Piemonte è avvenuto il primo ritrovamento di Vespa velutina nel comune di Vicoforte Mondovì (Cuneo).
Ciò evidenzia la necessità di intensificare le attività di monitoraggio, per valutare appieno la reale diffusione di questa nuova specie esotica invasiva e di sviluppare mezzi di lotta efficaci ed ecocompatibili per il suo contenimento
.
Vespa velutina Lepeletier (Hymenoptera: Vespidae: Vespinae) è specie nuova per l’Europa. È stata segnalata per la prima volta nel 2004 in Francia, dove causa danni agli alveari di Apis mellifera.
L’unità di ricerca in Apicoltura del DISAFA e l’annesso Osservatorio di Apicoltura dell’Università di Torino, da sei anni impegnati nell’attività di monitoraggio della Vespa velutina in Liguria e Piemonte, possiedono le necessarie conoscenze e competenze per implementare, in collaborazione con altri soggetti operanti nel settore, una rete di monitoraggio efficiente e hanno concepito un sistema per l’individuazione rapida e sicura dei nidi in modo da consentirne la distruzione.

Info:
Settore Entomologia e Zoologia - Osservatorio di Apicoltura,
telefono: 011. 670 8584; 011. 236 8584.
Email: marco.porporato@unita.it
 
(by Marco Porporato, Aulo Manino, Stefano Demichelis - 22.11.2013)