Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Apicoltore salva centro dell'Avellinese, era stato invaso da uno sciame d'api
[Torna all'indice generale]
  
Un notizia molto di colore, ma ci è sembrato giusto riportarla come divertissemant

Due nuove regine per riportare l'ordine. Succede a San Martino Valle Caudina, in provincia di Avellino, dove uno sciame d'api impazzito ha invaso le strade di un quartiere popolare, fino all'intervento risolutore dell'apicoltore che ha riportato la situazione alla normalità grazie all'intervento di due nuovi leader. E' tarda sera, quando un'enorme nuvola nera, composta da circa 10 mila esemplari d'api, avvolge le palazzine Iacp di via Giovanni Falcone. Decine di cittadini, preoccupati, si barricano in casa e allertano carabinieri e vigili del fuoco. Ma non bastano pistole e palette. A dover intervenire è un apicoltore della vicina frazione Tufara di Roccabascerana. L'esperto non sa individuare la provenienza degli insetti, ma intuisce subito la causa del loro “disorientamento”: la morte, o l'uccisione dell'ape regina. Così decide di portare sul posto due nuove regine: con la prima tranquillizza lo sciame e lo fa posizionare su un'unica parete della palazzina; con la seconda convince le api a entrare nelle gabbie. Un intervento lungo dodici ore che, alla fine, ha successo: le api tornano nelle zone di apicoltura, e nel paese in molti tirano un sospiro di sollievo. In fondo, a parte il forte spavento, e il disagio di essersi sentiti prigionieri per mezza giornata, lo sciame non ha provocato danni alle persone.
 
(by la Repubblica - 9.10.2013)