Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Moria delle api: il 31 gennaio 2013 scade il divieto d'uso dei neonicotinoidi
[Torna all'indice generale]
  
Noi di Apitalia crediamo che il divieto debba essere reiterato, ne va della salute delle api. Comprendiamo le ragioni di tutti, pubblichiamo le ragioni di tutti, ma pensiamo sia giunto il momento di pronunciare una parola definitiva

Il 31 gennaio scade il divieto di impiego dell'uso di alcuni neonicotinoidi contenenti le sostanze attive clothianidin, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil, stabilito dal DM 25 giugno 2012 del ministero della Salute.
Il provvedimento era stato adottato, in regime di proroga di un divieto già esistente, a causa di un presunto collegamento tra il fenomeno delle moria delle api e l'uso dei concianti sopra indicati, impiegati per le sementi di mais.
Al momento, nessuna notizia è trapelata in merito alla possibile reiterazione del divieto. Le Amministrazioni competenti attendono una valutazione dell'EFSA in merito ai risultati del progetto APENET, ma l'EFSA, sta valutando anche gli esiti di sperimentazioni condotte da altri Stati membri.
Certo è che una reiterazione del divieto basata sul principio di precauzione ormai inizia a diventare una prassi poco corretta sul piano giuridico, in quanto l'introduzione di un divieto sulla base del rispetto del principio di precauzione ha validità solo per un lasso di tempo circoscritto e ormai si è giunti al momento in cui occorre dare ai maiscoltori e apicoltori delle risposte certe, fondate su motivazioni scientifiche che non diano adito a controversie e soprattutto che garantiscano un adeguato livello di tutela della salute delle api.
 
http://www.ambienteterritorio.coldiretti.it/tematiche/Agrofarmaci/Pagine/Moriadelleapiil31gennaio201
 
(by Coldiretti - 14.01.2013)