Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Un uomo d'altri tempi
[Torna all'indice generale]
  
Il “nostro” N.H. (Nobilis Homo, Nobil Uomo) d'altri tempi, come lui si definisce, ci ha fatto pervenire questa toccante missiva. Un esempio di partecipazione al dibattito sull'apicoltura che dovrebbero far proprio tanti giovani che si stanno affacciando a questa professione. Il Conte della Particola ci fa comprendere che è giunto il momento di abbattere il muro del silenzio: di silenzio si può anche morire. Grazie Conte

...Illustre Direttore Editoriale, vengo a lei per sottoporle alcune considerazioni, ma è premessa importante specificarle che sono qui solo in veste di consumatore di miele. Un comune amico mi ha fatto fortemente appassionare sulla “via del miele e dell'Apicoltura”, tanto è che seguo con attenzione i Suoi scritti su internet.

Al di là di quanta passione traspaia per l'apicoltura, trovo coraggiosa e onesta la forte posizione che Lei e l'ANAI avete preso a difesa del settore e degli apicoltori.

Mi pare di capire che alcuni di essi siano stati accusati di reati che, poi, ai processi si sono dimostrati infondati e che dai Vostri ultimi scritti ci SAREBBE qualcuno che tenta di addomesticare la LEGGE a proprio uso e consumo.

La mia età oramai avanzata e quel poco di esperienza da me acquisita mi portano a darle alcuni chiarimenti sulla mia vita.
Dopo una breve prigionia in Nord Africa, fui catturato dall'esercito tedesco, e poi a seguito della liberazione da parte degli Inglesi, giovane Sottotenente degli Alpini, aggregatomi al Battaglione Motorizzato della Marina, ho combattuto nella battaglia di Montelungo, dove fui ferito, con tanti giovani per liberare l'Italia dall'oppressione.
Quell'oppressione con la quale un pensiero malato aveva addomesticato la legge a proprio uso e consumo. Lei mi dà la speranza per un futuro migliore. Molti si sono sacrificati a difesa delle cose giuste: che questi sacrifici non restino vani.

Condivido la Sua battaglia alla ricerca della verità. Ci sono le leggi e i Giudici e a Loro, e solo a Loro, si deve affidare il nostro futuro. Il Vostro futuro.
Questa bella Italia non ha bisogno di carnefici che tentano di sostituirsi alla legge e alle Regole, con pensieri propri e personali.
La nostra è una Repubblica che, seppur criticabile in alcuni suoi aspetti e debole, non deve essere oggetto per qualcuno di crearsi una giustizia personale. Continui e continuate Voi Apicoltori a far valere il DIRITTO, per non rischiare di cadere nel caos.

Con stima profonda... un uomo d'altri tempi...
 
(by N.H. Bernardone della Particola, Conte (8/06/2012))