Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Miele cicatrizzante
[Torna all'indice generale]
  
Non si finisce mai di imparare nella vita, la curiosità è uno degli aspetti che”deve” sempre esserci nelle nostre giornate…e allora apriamo occhi e orecchie e cerchiamo di carpire i segreti, magari quelli delle nonne che sono sempre i più saggi in circolazione!
Ho scoperto, sempre dal corso pre parto che sto frequentando una meravigliosa virtù curativa del miele che ignoravo completamente, quella di essere un ottimo cicatrizzante.
Il miele artigianale o biologico, non quello commerciale, è usato già dall’antichità per rimarginare le ferite in modo molto veloce. In alcuni ospedali (non Italiani) in via sperimentale si usa questo prezioso rimedio per curare piaghe di difficile cicatrizzazione, con ottimi risultati e un risparmio considerevole.
Pensate che invece i veterinari hanno il rimedio del miele nella loro routine e alcuni lo usano quotidianamente!
Insomma, un po' di miele artigianale su una ferita o una scottatura ha un potere cicatrizzante rapido ed efficace, ne parlavamo al corso proprio parlando del taglio del perineo che ormai purtroppo fanno di routine negli ospedali italiani, e quella ferita oltre a lasciare dolore fisico e psichico lascia spesso problemi di rimarginazione che col miele possono essere risolti!
Secondo un ricercatore francese Bernard Descottes, il miele garantisce cure due volte più rapide rispetto alle medicazioni grasse e cento volte meno care. Il segreto ‘antisettico’ del miele, già conosciuto da tempo, è l’acqua ossigenata che produce naturalmente, attraverso un enzima utilizzato dall’ape per trasformare il nettare. Il potere cicatrizzante, invece, è legato, secondo il ricercatore, sia allo zucchero che per osmosi asciuga la piaga, sia da un insieme di composti organici che favoriscono l’emissione di citochine e interleuchine precicatrizzanti.”
Che dire? Tentar non nuoce!
 
http://www.piacerediconoscerti.it/2012/04/miele-cicatrizzante/
 
(by Silvia, www.piacerediconoscerti.it)