Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Progetto di recupero dell’ Ape Siciliana
[Torna all'indice generale]
  
Ad integrazione della notizia comparsa sul sito di Apitalia in data 6 febbraio 2012 “L’Ape Nera Sicula ha rischiato l’estinzione” ci scusiamo con uno dei partner del progetto, Carlo Amodeo, di aver omesso il suo nome. La versione che state per leggere è stata fornita direttamente dal CRA-API.

Acronimo del progetto:
APESLOW

Titolo del Progetto:
Reintroduzione e conservazione della sottospecie a rischio estinzione Apis mellifera siciliana (Dalla Torre, 1896): un omaggio al Prof.Genduso.

Settore di riferimento:
Apicoltura / Entomologia agraria / Produzioni animali.

Ente finanziatore:
Regione Siciliana.

Partecipanti:
1. CRA-API - Coordinatore
2. SOAT Collesano (Servizio assistenza tecnica in apicoltura) - partner
3. SAGA (Dipartimento dei Sistemi Agro Ambientali, Università di Palermo) - partner
4. IZS Sicilia (Ist. Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia) - partner
5. GeSA (Dipartimento di Gestione dei Sistemi Agroalimentari e Ambientali, Università di Catania) - partner
6. SLOW FOOD PROMOZIONE SRL- partner
7. Apicoltura Amodeo di Amodeo Carlo- partner

Obiettivi:
Reintroduzione della sottospecie A. m. siciliana sull’isola principale (prevalentemente provincia di Palermo)
- Conservazione della sottospecie A. m. siciliana (ricerca di nuove linee genetiche e introduzione nelle isole di conservazione)
- Miglioramento e valorizzazione (caratterizzazione A. m. siciliana, caratterizzazione mieli)
- Associazionismo (formazione associazione apicoltori Ape Nera con relativi statuti, disciplinari e attività)
- Trasferimento tecnologico / metodologico (Scambio competenze analitiche e corsi di formazione per operatori della filiera)
- Divulgazione

Risultati attesi:
Ottenimento di zone di protezione di A. m. siciliana sull’isola principale (oltre che sulle Eolie) in cui sia possibile l’allevamento in purezza. Valorizzazione dell’animale in modo che ne venga intrapreso l’allevamento da un numero maggiore di apicoltori. Crescita professionale del settore apistico. Maggiore conoscenza sulla popolazione apistica di una parte della Sicilia.

Azioni in cui è coinvolto il CRA:
Coordinamento - Trasferimento competenze analitiche - Elaborazione e interpretazione dati su idoneità zone di protezione in base ad analisi geografiche e genetiche - Caratterizzazione mieli e popolazioni apistiche - Corsi di formazione - Divulgazione
 
(by CRA-API)