Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Antibiotici nel miele
[Torna all'indice generale]
  
Pisa, 14 Marzo 2012

Alla cortese attenzione del
dottor Massimo Ilari,
Direttore Editoriale Apitalia
e del
dottor Fabio Marucchi,
Editrice Melitense


OGGETTO: Antibiotici nel miele
Circolare del Ministero della Salute
n. 5830 del 24 febbbraio 2012.


Ill.mo Direttore.

Le chiedo cortesemente di trasmettere a mezzo stampa quanto le vado a esporre.

Facendo seguito alla comunicazione precedente relativa all’incontro del 27 gennaio u.s. tra A.N.A.I., AIIPA, Istituto Zooprofilattico di Brescia e il ministero della Salute, in merito al progetto di ricerca sulla presenza di antibiotici nel miele e nei prodotti dell’alveare per contaminazione ambientale.
Mi è gradito informarla che con l’allegata circolare (n. 5830 del 24.02.2012), inviata agli Assessorati alla Sanità, all’Assessorato all’Agricoltura, agli Istituti Zooprofilattici e al Comando Carabinieri NAS, il ministero della Salute ha comunicato che in caso di campionamento per la ricerca di antibiotici nel miele, alla produzione e a quello presente in commercio (prodotti confezionati), si applicano i limiti fissati nel piano nazionale residui (PNR).
Il Ministero, contattato per le vie brevi, ha precisato che, nell’attività di verifica dei laboratori, il valore di riferimento è quello dello “screening”, Rif. Pag. 32 del P. N. R. 2012 e pag. 125, sempre del P. N. R., come di seguito riportato e come già pubblicato su Apitalia 3/2012 pag. 10:
• Cloramfenicolo 0.3 µg/kg
• Tetracicline 10 µg/kg
• Sulfamidici 10 µg/kg
• Streptomicina 10 µg/kg
• Tilosina 5 µg/kg
Il limite di azione viene applicato solo nel caso di superamento del livello di “screening”. Qualora, nell’attività di verifica, gli Organismi preposti dovessero applicare una diversa metodologia, vi chiedo cortesemente di darmi immediata comunicazione onde consentire di effettuare le opportune segnalazioni.
 
(by Sergio D’Agostino, Presidente ANAI)