Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Apre venerdì 6 ottobre l’annuale Fiera Nazionale ‘i giorni del miele’
[Torna all'indice generale]
  
Da oltre tre decenni Lazise diventa ogni anno, nel primo weekend di ottobre, la grande ‘piazza italiana’ dei mieli di qualità.

Oltre ottanta espositori provenienti da tutti i territori italiani grandi produttori di miele, presenteranno -su oltre 4 mila mq di area espositiva- la produzione annuale dei prodotti dell’arnia: miele, propoli, pappa reale, polline e cera, nel loro uso alimentare, terapeutico e cosmetico.

Quello di Lazise è considerato dal mondo dell’apicoltura italiana uno degli appuntamenti nazionali più importanti per il settore. In tre intense giornate, attorno alla rassegna mercantile, apicoltori, importatori, esportatori, buyer d’acquisto, studiosi e ricercatori, associazioni di categoria e grande pubblico dei consumatori convoglieranno sulle rive del Lago di Garda per fare il punto sull’annata produttiva, confrontarsi sui grandi temi del comparto, commentare le caratteristiche dei mieli prodotti nel periodo maggio-agosto, relativi alle fioriture primaverili ed estive.

Concentrato il programma degli eventi a corredo della manifestazione: alle degustazioni giornaliere, una mostra culturale sul racconto delle antiche tradizioni legate all’attività del nomadismo apistico “API ALTROVE’ allestita nella restaurata sede dell’antica Dogana Veneta, che ospiterà anche, domenica mattina, il convegno internazionale “MIELE: piccole e grandi filiere – nessun futuro senza la tutela dell’ape”. Il Convegno sarà introdotto dal Presidente di Apimondia il massimo organismo mondiale di apicoltura. Una presenza che testimonia il ruolo assunto dalla manifestazione anche oltre i confini nazionali. Lazise, infatti, nel corso degli anni ha ospitato diversi incontri tecnico-scientifici di livello internazionale, entrati nella documentazione ufficiale dell’apicoltura mondiale.

Alla sua valenza tecnica, la manifestazione gardesana affianca quella oggi molto importante relativa alla fruizione dei mieli di qualità, ove l’Italia gioca un ruolo di leader a livello internazionale con le sue quasi cinquanta varietà di fioriture monoflora e multiflora. Dai mieli più tradizionali e diffusi dei territori, quali l’acacia, il castagno, gli agrumi e il millefiori a quelli da grandi intenditori come il miele di corbezzolo, di timo ibleo, di cardo, di erica, di eucalipto. Una vera propria ‘manna’ per i golosi e i consumatori appassionati di miele. Ad esaltare, infatti, la qualità di un prodotto ‘tutto natura’ che gli italiani hanno iniziato ad apprezzare molto, scenderanno in pista anche i ‘dolci tipici’ di tradizione che dal Piemonte alle grandi isole della Sicilia e Sardegna storicamente vedono il miele come ingrediente base.

Per il grande pubblico non mancheranno nemmeno le curiosità, che ogni anno vengono proposte dagli apicoltori: lo scorso anno il ‘miele di spiaggia’, quest’anno si annuncia la presentazione del ‘miele di fichi d’india’.
 
(by Apitalia)