Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Api e cambiamento climatico
[Torna all'indice generale]
  
Le api sono impollinatori fondamentali per molte specie vegetali spontanee e coltivate. Piante e api, dunque, sono in stretta simbiosi, ma questo rapporto rischia di modificarsi profondamente a causa dei cambiamenti climatici. L’ARPA e il CRA-API, così, hanno deciso di iniziare uno studio di lungo periodo presso il nuovo apiario sperimentale installato a cura dell’Associazione apicoltori felsinei (Aaf) nel Centro meteo di S. Pietro Capofiume, dove c’è, dal 1983, uno dei più importanti giardini fenologici del nostro paese che si estende su un’area di 5000 mq.

Nel giardino fenologico, organizzato in sette filari, sono ospitati alberi e arbusti, provenienti da piante madri della rete internazionale dei giardini fenologici, e piante indicatrici del nord Italia, scelte fra quelle di maggior interesse agrario e forestale; lo stadio di sviluppo di ogni pianta viene rilevato ogni settimana. Da quest'anno i rilevi sono estesi anche alle api, grazie a degli alveari installati dall’Associazione apicoltori felsinei.

Le colonie di api verranno, quindi, sottoposte a controlli regolari e, di anno in anno, il loro sviluppo sarà messo a confronto con l’andamento meteorologico e con lo sviluppo delle piante presenti nel giardino fenologico.


Referenti:
Antonio Nanetti per CRA-API (antonio.nanetti@entecra.it)
Andrea Besana per Aaf
Vittorio Marletto per Arpa-Simc
 
(by CRA-API)