Attualità
Il mondo delle api a misura d'uomo
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 
Un caro ricordo
[Torna all'indice generale]
  
Con queste brevi note intendiamo ricordare la figura di Romano Girotti, apicoltore ben noto, soprattutto, agli apicoltori più anziani. Con lui se ne è andato un pezzo dell'apicoltura di una volta. E ce ne duole. Due righe di ricordo per chi non ha avuto la fortuna di conoscerlo.
Romano Girotti, come apicoltore, eredita con il fratello Astorre,l’attività del padre Innocenzo, a sua volta tramandata dal nonno Giuseppe, fin dal 1872.
Contribuisce, nel dopoguerra,anni '50 - '60 al perfezionamento di tecniche appropriate nell’esercizio dell’apicoltura nomade e dell’impollinazione delle piante da seme e da frutto.
Attivo assertore e collaboratore nell’associazionismo apistico emiliano –romagnolo, convinto apicoltore, fin da bambino ha condotto l’azienda negli ultimi 30 anni con il figlio Massimo, fin quando lo stato fisico glielo ha permesso.
Ha fatto parte di una generazione di apicoltori, pur senza voler fare dei paragoni irripetibili, quali i Giulio Piana, Porrini, Tortora, solo per citarne qualcuno, che, ancor prima di essere apicoltori, erano uomini baciati da una vocazione: l’amore per le api.

Grazie Romano
 
(by Apitalia)