Gli appuntamenti di Apitalia Online
Andare, fare, vedere
[Condizioni di accesso ai contenuti di Apitalia Online]
 
 Il 24/01/2009   Evento concluso 
Dove “non” volano le api
[Torna all'indice generale
]
  
Una “scomparsa” ch’è vissuta come emergenza planetaria. In un seminario a San Rossore, le cause e i rimedi possibili per la salvaguardia e la valorizzazione dell’apicoltura e della biodiversità

Le api, da tempo immemorabile figure familiari dell’immaginario collettivo, considerate sacre in molte civiltà, produttrici della “dolcezza” per eccellenza e modello studiato e ammirato di organizzazione sociale, stanno “scomparendo”.

A centinaia di miliardi, in tutti i continenti. O sono trovate morte, o non ritornano più nelle arnie. All’inizio, qualche anno fa, sembrava una delle solite “fisiologiche” epidemie, dovuta a fattori ormai ben conosciuti, come la Varroa: governi e istituzioni scientifiche hanno ignorato o sottovalutato le prime grida di allarme degli apicoltori. Poi, dal 2007, a partire dagli Stati Uniti, si è percepito che si trattava di qualcosa di ben più grave, per la quantità delle api scomparse e per i killer che potevano essere chiamati in causa: pesticidi, riscaldamento globale, onde emanate dai telefoni cellulari, Ogm, neoticonoidi presenti dentro i prodotti per la concia del mais, stress dovuto a molteplici altre fonti. Si è cominciato a percepire anche, e forse soprattutto, che – vera o no la “profezia” attribuita ad Einstein secondo cui “Quando le api spariranno, all’umanità resteranno quattro anni di vita” – la scomparsa delle api può mettere profondamente in crisi non solo la produzione di miele o di fiori o di frutta, ma l’intero già precario equilibrio ecologico e biologico del pianeta.

I governi, l’Unione europea, le istituzioni di ricerca nazionali e internazionali hanno finalmente preso consapevolezza della serietà dell’allarme, ma le prime iniziative – di sostegno agli apicoltori e di ricerca delle cause e dei rimedi - sono ancora in ritardo rispetto alla rapidità impressionante con cui la crisi avanza e all’entità dei danni, economici e ambientali, che si vengono a produrre.

Il seminario di San Rossore vuole essere un appuntamento di condivisione e di aggiornamento dei dati e delle caratteristiche della crisi ma soprattutto un momento di stimolo, per operatori, ricercatori e governi, per accelerare la ricerca delle sue cause e adottare i provvedimenti più idonei a fronteggiarla: nell’ambito di un’attenzione particolare all’aspetto della biodiversità, il “filo rosso” che legherà i seminari del 2009 della Commissione Agricoltura.

SEMINARIO
Dove non volano le api

Sabato 24 gennaio, Tenuta Presidenziale di San Rossore, Pisa
Sala Gronchi

9.30
Saluto

Giancarlo LUNARDI
Presidente dell’Ente Parco San Rossore-Migliarino-Massaciuccoli

Introduzione e presidenza dei lavori
Luca Paolo TITONI
Consigliere Segretario della Commissione Territorio e Ambiente del Consiglio regionale della Toscana

9.45 -11.20
La riduzione della popolazione e dei prodotti dell’apicoltura: la situazione, le indagini sulle cause

Nazareno Renzo BRIZIOLI - Giovanni FORMATO
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana

Jane RICHARDSON
Agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA)

Maria Grazia MAMMUCCINI
Direttore dell’Agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione nel settore agricolo forestale (ARSIA)

Francesco PANELLA
Presidente UNAAPI; Vice-Presidente Gruppo “Miele” del COPA - COGECA

Manuela GIOVANNETTI
Dipartimento di Biologia delle Piante Agrarie, Università di Pisa

Laura BORTOLOTTI – Cecilia COSTA
CRA API – Unità di apicoltura e bachicoltura


11.20-12.00
I rimedi possibili: le politiche e gli strumenti regionali, nazionali e dell’Unione Europea per il monitoraggio del fenomeno, la ricerca coordinata delle cause e delle soluzioni, le politiche per sostenere e promuovere il settore e la biodiversità

Tommaso SIMBOLO
MIPAF - Dipartimento delle filiere agricole e agroalimentari

Stanislav JAS
COPA - COGECA

Laurent LOURDAIS
Commissione Europea, DG AGRI

12.00
Coffee-break


12.20
Dibattito
Coordinato da Pier Luigi MEUCCI Direttore dell’Agenzia per l’informazione del Consiglio regionale della Toscana

13.20
Conclusioni

Aldo MANETTI
Presidente della Commissione Agricoltura del Consiglio regionale della Toscana

Astrid LULLING
Membro della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo e relatrice della Risoluzione del Parlamento Europeo del 19 novembre 2008 sulla situazione delle api
 
(by Segreteria organizzativa Commissione Agricoltura del Consiglio regionale della Toscana)
 
  Per ulteriori informazioni su questo evento:
Tel. 0552387538
Fax 0552387425
Email: seconda@consiglio.regione.toscana.it
Web: http://
 
 
 
 File allegati all'evento: 1 file tot.
92 Kb PROGRAMMA
 
Dimensione file: 92 Kb - [download]