connection.php
  Apitalia 1-2/2021     

Una fattoria del miele di fine ‘700, in Giappone: la fa rinascere Giuseppe Lega che, ispirandosi ad un antichissimo schizzo a china, ricostruisce un ambiente a noi famigliare e gli dà vita: un’opera d’arte, che meritava la copertina di questo Apitalia.

Primo piano sull’Isola di Ponza, dove un’ordinanza del Sindaco, sta sollevando pareri contrari tra le Associazioni apistiche che si mobilitano per evitare danni all’ape italiana e alla biodiversità.

L’agenda dei lavori cerca di interpretare al meglio i segnali incerti di un cambiamento climatico, che passa del caldo mite dell’inverno alla neve in anticipo di primavera. Uno slalom lungo la Penisola, con le firme di Apitalia che vi indirizzano nel complicato lavoro di pianificazione della ripartenza.

E’ partito da Parigi l’invito ad un primo confronto europeo tra Istituzioni, mondo agricolo e apicoltori: la necessità di produrre più cibo, salvando tutti gli alveari, porta verso un piano di protezione degli impollinatori: Apitalia ha seguito il seminario e vi offre un puntuale resoconto di come stanno le cose in questo campo. Con un occhio attento alla questione “neonicotinoidi”.

Mai dimenticare che le api hanno nemici naturali sempre pronti ad approfittarne: ecco perché dedichiamo uno spazio ad Aethina tumida, il piccolo coleottero degli alveari. Se ne parla sempre meno, ma Apitalia è del parere che questa inerzia generale aggraverà presto un quadro già molto critico. Gli spunti di riflessione non mancano.

L’Editoriale a firma del direttore di Apitalia, in conclusione, ci invita ad una presa di coscienza: c’è un futuro per l’ape, perché cresce la voglia di alveari da parte degli agricoltori e questo vuol dire che oltre i conflitti c’è spazio e bisogno di collaborazione per la sostenibilità. Lo chiede l’Europa, lo prevede la nuova politica agricola comunitaria: apicoltori e agricoltori saranno chiamati a farlo insieme, gli uni per il bene degli altri.

Abbiamo preservato l’originalità e la qualità dell’informazione, in un numero di Apitalia che parla di ApiCultura: quello che da noi si aspettano i nostri lettori.

  ATTUALITÀ IN PRIMO PIANO    visualizza tutte
 
Il 37° APIMELL rinviato a marzo 2021
Covid-19 è stato capace di fare anche questo: l’edizione n. 37/2020 dell’APIMELL, la Mostra Mercato Internazionale di Apicoltura (che si sarebbe dovuta svolgere la prima settimana di marzo 2020), è stata annullata e rinviata al 5, 6, 7 Marzo 2021.... [leggi tutto]
 
APIMELL 2020 – Rinviata la 37^ edizione
Piacenza Expo ci informa che la 37a edizione di APIMELL – Mostra Mercato Internazionale di Apicoltura, dei Prodotti e delle Attrezzature Apistiche, in programma per i giorni 3,4,5 Aprile 2020 è stata nuovamente rinviata ai giorni 16,17,18 Ottobre 2020. La... [leggi tutto]
 
Convegno e Festa dell'Apicoltore
Apat - Apicoltori in Veneto / FAI Veneto invita tutti gli apicoltori al Convegno che si terrà domenica 1° dicembre 2019. Autorevoli relatori - il dott. Lorenzo Furlan di Veneto Agricoltura, la prof. Antonella Canini dell'Università di Roma Tor Vergata e... [leggi tutto]
 
L'Ecomondo delle Api
Vi aspettiamo a Rimini Fiera, dal 5 all'8 di novembre 2019. Saremo lì come Federazione Apicoltori Italiani: nei nostri laboratori didattici parleremo di Protezione dell’Ape Italiana, Diffusione di fiori utili per le api, Impollinazione per l’agricoltura e Tutela della biodiversità.... [leggi tutto]
 
L'Italia del Miele
La FAI-Federazione Apicoltori Italiani in collaborazione con l'Associazione Provinciale Apicoltori Piacentini dà appuntamento a tutta la platea apistica domenica 27 ottobre 2019 a Piacenza Expo, per l'appuntamento autunnale di Apimell, con la tavola rotonda "L'Italia del Miele - Costruire una... [leggi tutto]
 
Visualizza tutte le news   

 
 
 IL CANALE YOUTUBE DI APITALIA
 
 
Visualizza tutti i video   
 
 ADS E PROMOZIONI
 
  SPAZIO DISPONIBILE PER LA TUA AZIENDA ... CONTATTACI

 
 
 
 LEGISLAZIONI - Leggi e Regolamenti per l'Apicoltore
 
 
 
 Gli speciali online
 
STUDI PRELIMINARI INERENTI L’APPLICAZIONE DELLA TERMOTERAPIA NEL CONTENIMENTO DI VARROA DESTRUCTOR (ANDERSON & TRUEMAN) IN COLONIE DI APIS MELLIFERA LIGUSTICA

A tutt’oggi la varroasi risulta essere la principale patologia delle api, che se non viene trattata periodicamente, porta al collasso della maggior parte delle colonie nell’arco di 2 - 3 anni. A tale scopo si è voluta saggiare la possibilità di contrastare l’acaro Varroa destructor (Anderson & Trueman) con sistemi a basso impatto sul sistema alveare, tra i quali l’utilizzo della termoterapia somministrata attraverso appositi telaini termostatati oggetto di duplice domanda di brevetto nazionale con... [leggi tutto]
 
 
 
 
 
Online: n. 665 - anno 32, aprile 2016
[Archivio Apitalia Online]
 
 
 L'Editoriale
 
Un colpo al miele
 
Pur senza grandi clamori, il 1° gennaio 2016 è entrato in vigore il Regolamento 2015/1005 della Commissione europea “che modifica il Regolamento (CE) n. 1881/2006 per quanto concerne i tenori massimi di piombo in taluni prodotti alimentari”. La novità: il miele entra nella lista degli... [leggi tutto]
 
 
 
 
 IN QUESTO NUMERO  LA COPERTINA
   
L'editoriale
Il sommario degli articoli
Il sommario delle rubriche
Speciale Apicoltori
Le buone letture
Dalla parte del consumatore
Chiedi all'esperto
La voce delle Associazioni


   
 
 
 
 SPECIALE APICOLTORI:
 
... [leggi tutto]
 
 
 
 IN PRIMO PIANO SU APITALIA ONLINE N. 665
 
Flora apistica: I più importanti pollini europei

 ROSACEAERosa canina L. (Rosa selvatica) (Fig. 1) è un arbusto spinoso, distribuito su tutto il territorio italiano ed europeo. La sua fioritura, piuttosto vistosa, avviene nella tarda primavera. Il raccolto di polline, che avviene solo di mattina, si attesta nell’Italia centrale a... [leggi tutto]