APITALIA 9/2017     

Un'estate difficile, tra siccità protratta e incendi devastanti, che si riflette anche sull'apicoltura. C'è stata carestia di nettare, si è fatto meno miele, se continua così è meglio prepararsi a diversificare: ecco perché questo numero di Apitalia dedica l'inserto speciale alla birra: fresca, dissetante e naturalmente originale... al miele! È un nuovo segmento commerciale, che sta richiamando sempre più l'interesse dei consumatori più esigenti: la birra al miele infatti è un prodotto che si inquadra sempre nell'attività agricola, opportunità che i più intraprendenti farebbero bene a non trascurare.

C'è un'Apicoltura 2.0 e sfogliando la rivista colpisce il servizio di apertura: raccontiamo la storia di un “contatore di api” e di un gruppo di studenti che l'ha progettato e realizzato. L'idea è di studenti e docenti di un Istituto tecnico che hanno rappresentato l'Italia in una competizione internazionale promossa dalla Lego; sì, quella dei famosi mattoncini, in un contesto che ha comunque promosso l'immagine delle api e della nostra creatività italiana.

Sempre più sostanziosa e particolareggiata l'agenda dei lavori da eseguire in apiario: una carrellata da saziare chi non ha ancora fatto i conti con l'innato istinto delle api a saccheggiare, sulla necessità di un supplemento nutrizionale agli alveari, sui trattamenti contro la varroa e sugli effetti collaterali della reinfestazione, sulla diagnosi preventiva del parassita Aethina tumida, sui cambiamenti climatici che inducono negli alveari forte riduzione della deposizione favorendo l'efficacia nella lotta alla varroa.

Dopo la tecnica un occhio attento anche alla burocrazia e ai tributi: la nostra esperta di fiscalità agricola fa il punto sul regime fiscale da adottare per le lavorazioni effettuate in laboratorio di smielatura; senza dimenticare l'apiterapia e la seguitissima rassegna delle ricerche scientifiche che questa volta prende in considerazione la vitalità della varroa in funzione dell'alimentazione di cui dispongono le api.

L'Italia apistica è ricca e variegata ma nessuno, prima d'ora, ha mai raccolto i recapiti di tutte le realtè associative presenti nella Penisola. Apitalia ha tentato di colmare questo vuoto, proponendo ai lettori un utile vademecum con tutti i recapiti di tutte, o quasi, le realtà territoriali e quelle nazionali. Se qualcosa ancora manca, o va corretta, non esitate a farci avere i vostri utili aggiornamenti.

Intanto buona lettura e buona apicoltura a tutti!

  ATTUALITÀ IN PRIMO PIANO    visualizza tutte
 
Primo Concorso dei Mieli dell'Alta Valle del Velino
Domenica 29 ottobre 2017, a Posta, in provincia di Rieti, avrà luogo la prima edizione del Concorso dei Mieli dell’ Alta Valle del Velino. L’ evento, che si terrà dalle ore 15,30 presso “le Scuolette”, nasce dall’impegno dell’ Associazione Apicoltori... [leggi tutto]
 
Lazise 2017: Convegno FAI sulla difesa dell’Ape Impollinatrice
Domenica 8 Ottobre 2017 si parlerà di un “Patto tra Apicoltura e Agricoltura” al fine di “Preservare l’ape come impollinatore, diffondere le colture nettarifere e pollinifere”. Il 38° Convegno Nazionale di Apicoltura, che la FAI-Federazione Apicoltori Italiani ha avuto incarico... [leggi tutto]
 
Rigoni di Asiago premiata al "Summer Fancy Food Show" di New York
Un’estate ricca di premi per Rigoni di Asiago. Dopo il prestigioso exploit alla prima edizione dell’Italian Food Award USA 2017 al Summer Fancy Food Show, a New York, ecco arrivare anche un altro premio altrettanto prestigioso: quello dei Brand Award,... [leggi tutto]
 
Vespa Velutina: Ricerca, Apicoltori e Regioni fanno Rete
L’Unità di Apicoltura del CREA di Bologna ha promosso una riunione di coordinamento sull’emergenza Vespa velutina, presente ormai in tre Regioni italiane: Liguria, Veneto e Toscana. Laura Bortolotti (CREA Bologna) e Fabrizio Zagni (Consigliere e Tecnico di Apiliguria), coadiuvati da... [leggi tutto]
 
Piano Provinciale Sostituzione Regine 2017
L'Associazione Apicoltori dell'Alto Lazio che ha lo scopo di tutelare l’Apis mellifera ligustica, dal 2013 ha intrapreso il PROGETTO DI MIGLIORAMENTO TERRITORIALE DELL’APIS MELLIFERA LIGUSTICA avviato attraverso il lavoro dei nostri soci aderenti ai Gruppi Territoriali di Miglioramento della Ligustica... [leggi tutto]
 
Visualizza tutte le news   

 
 
 IL CANALE YOUTUBE DI APITALIA
 
 
Visualizza tutti i video   
 
 ADS E PROMOZIONI
 
  SPAZIO DISPONIBILE PER LA TUA AZIENDA ... CONTATTACI

 
 
 
 LEGISLAZIONI - Leggi e Regolamenti per l'Apicoltore
 
 
 
 Gli speciali online
 
STUDI PRELIMINARI INERENTI L’APPLICAZIONE DELLA TERMOTERAPIA NEL CONTENIMENTO DI VARROA DESTRUCTOR (ANDERSON & TRUEMAN) IN COLONIE DI APIS MELLIFERA LIGUSTICA

A tutt’oggi la varroasi risulta essere la principale patologia delle api, che se non viene trattata periodicamente, porta al collasso della maggior parte delle colonie nell’arco di 2 - 3 anni. A tale scopo si è voluta saggiare la possibilità di contrastare l’acaro Varroa destructor (Anderson & Trueman) con sistemi a basso impatto sul sistema alveare, tra i quali l’utilizzo della termoterapia somministrata attraverso appositi telaini termostatati oggetto di duplice domanda di brevetto nazionale con... [leggi tutto]
 
 
 
 
 
Online: n. 665 - anno 32, aprile 2016
[Archivio Apitalia Online]
 
 
 L'Editoriale
 
Un colpo al miele
 
Pur senza grandi clamori, il 1° gennaio 2016 è entrato in vigore il Regolamento 2015/1005 della Commissione europea “che modifica il Regolamento (CE) n. 1881/2006 per quanto concerne i tenori massimi di piombo in taluni prodotti alimentari”. La novità: il miele entra nella lista degli... [leggi tutto]
 
 
 
 
 IN QUESTO NUMERO  LA COPERTINA
   
L'editoriale
Il sommario degli articoli
Il sommario delle rubriche
Speciale Apicoltori
Le buone letture
Dalla parte del consumatore
Chiedi all'esperto
La voce delle Associazioni


   
 
 
 
 SPECIALE APICOLTORI:
 
... [leggi tutto]
 
 
 
 IN PRIMO PIANO SU APITALIA ONLINE N. 665
 
Flora apistica: I più importanti pollini europei

 ROSACEAERosa canina L. (Rosa selvatica) (Fig. 1) è un arbusto spinoso, distribuito su tutto il territorio italiano ed europeo. La sua fioritura, piuttosto vistosa, avviene nella tarda primavera. Il raccolto di polline, che avviene solo di mattina, si attesta nell’Italia centrale a... [leggi tutto]