Apitalia 4/2018     
L'apicoltura europea e quella italiana in particolare hanno conseguito un risultato importante con l'approvazione, lo scorso 28 febbraio, della Risoluzione del Parlamento UE sulle prospettive dell'apicoltura. Prime fra tutte, regole più chiare sull'etichettatura, sulla lotta alle malattie delle api, sulle frodi sul miele; ma anche tutela delle popolazioni di api autoctone e quindi della nostra Ligustica di Spinola (1806). Apre così il numero 4/2018 di Apitalia.

Prova superata per il 35° Apimell, manifestazione leader del calendario fieristico nazionale: l'emergenza climatica che ha colpito il Nord Italia non ha impedito a migliaia di apicoltori di affollare i padiglioni di Piacenza Expo.

Nei consueti appuntamenti con l'Agenda dei lavori Alberto Guernier suggerisce di visitare con cadenza periodica gli alveari per non rischiare di giungere impreparati all'appuntamento con le fioriture. E ancora, Giacomo Perretta e Vincenzo Stampa puntano il dito sulla necessità di controllare la sciamatura sostituendo le vecchie regine con delle nuove, mentre Angelo Lombardi ci mette in guardia sulla lotta ai nemici dell'alveare, prime fra tutti le vespe.

Con l'aumento del numero degli alveari e, di conseguenza, della quantità di miele prodotto l'apicoltore si deve trasformare in produttore orientato al mercato. Ci accompagna in questa metamorfosi, che vuol essere anche presa di coscienza, Francesco Artese.

Apitalia continua con l'indagine statistica sulla sopravvivenza delle colonie che annualmente il Ministero della Salute, di concerto con l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie propone all'intero comparto apistico nazionale. Diamo tutti una mano compilando l'apposito questionario.

E ancora: a che punto è la lotta alla Vespa velutina? Sara Danielli e Laura Bortolotti del CREA ne fanno il resoconto nello Speciale sulla rete di monitoraggio per contrastare la diffusione del calabrone asiatico.

La Melissopalinologia: è grazie a questa scienza che è possibile determinare la provenienza botanica del miele prodotto. Il palinologo Nicola Palmieri ci guida alla conoscenza di questa materia, fondamentale per la caratterizzazione dei mieli che vogliono conquistarsi il loro spazio sul mercato.  Seguendo il filo conduttore della scienza Gianni Savorelli, con la sua rassegna sulla stampa scientifica internazionale, ci propone le novità emergenti dagli ultimi studi sugli effetti che temporanee carenze di polline portano negli alveari.

Apitalia si chiude con il viaggio, iniziato nello scorso numero, di Giancarlo Ricciardelli D'Albore alla scoperta dei pollini di emergenza; con una curiosa galleria fotografica curata da Renzo Barbattini e con un articolo dedicato ad Arturo Breda, apicoltore-scultore veneto che ha saputo trasferire sulla pietra il suo (e il nostro!) amore per le api.
  ATTUALITÀ IN PRIMO PIANO    visualizza tutte
 
Corso di Perfezionamento di 1° Livello in analisi sensoriale del miele
La FAI ABRUZZO- Federazione Apicoltori Italiani ha organizzato il Corso di Perfezionamento di 1° Livello in analisi sensoriale del miele che si terrà nei giorni 13,14 e 15 aprile 2018 presso l’Azienda Agrituristica LA CAPEZZAGNA, C.da Santo Stefano... [leggi tutto]
 
Rieti: Progetto Miglioramento Territoriale dell’Apis mellifera ligustica
L’Associazione apicoltori dell’Alto Lazio a 10 anni dalla sua fondazione, in collaborazione con la Riserva Naturale Regionale dei Monti Navegna e Cervia e l’Università di Perugia DSA3, partner del Progetto di Miglioramento Territoriale della Ligustica, festeggia i primi 5 anni... [leggi tutto]
 
Convegno APAT Apicoltori in Veneto
L'APAT chiama a raccolta tutti gli Apicoltori per il prossimo 18 marzo a Conselve (PD). “I cambiamenti climatici hanno raggiunto un’importanza tale da influire in modo evidente sui rapporti fra organismi viventi e sulle attività umane” afferma il dott. Nanetti. E... [leggi tutto]
 
Apimell 2018: "Il Valore del Polline"
L'apicoltura italiana si è accorta, solo in questi ultimi anni, del valore che rappresenta il polline. Quello delle api è un indispensabile alimento proteico che regola la vita all’interno dell’alveare, ma anche una risorsa naturale preziosa per l’alimentazione umana. E’ in... [leggi tutto]
 
Apicoltura in evoluzione: novità ed aggiornamenti
Evento formativo organizzato dalla FAI ABRUZZO per sabato 24 febbraio 2018 alle ore 9,00 presso l’Hotel Promenade a Montesilvano (PE) dal tema “Apicoltura in evoluzione: novità ed aggiornamenti” Il Seminario sarà centrato su due argomenti molto attuali: ... [leggi tutto]
 
Visualizza tutte le news   

 
 
 IL CANALE YOUTUBE DI APITALIA
 
 
Visualizza tutti i video   
 
 ADS E PROMOZIONI
 
  SPAZIO DISPONIBILE PER LA TUA AZIENDA ... CONTATTACI

 
 
 
 LEGISLAZIONI - Leggi e Regolamenti per l'Apicoltore
 
 
 
 Gli speciali online
 
STUDI PRELIMINARI INERENTI L’APPLICAZIONE DELLA TERMOTERAPIA NEL CONTENIMENTO DI VARROA DESTRUCTOR (ANDERSON & TRUEMAN) IN COLONIE DI APIS MELLIFERA LIGUSTICA

A tutt’oggi la varroasi risulta essere la principale patologia delle api, che se non viene trattata periodicamente, porta al collasso della maggior parte delle colonie nell’arco di 2 - 3 anni. A tale scopo si è voluta saggiare la possibilità di contrastare l’acaro Varroa destructor (Anderson & Trueman) con sistemi a basso impatto sul sistema alveare, tra i quali l’utilizzo della termoterapia somministrata attraverso appositi telaini termostatati oggetto di duplice domanda di brevetto nazionale con... [leggi tutto]
 
 
 
 
 
Online: n. 665 - anno 32, aprile 2016
[Archivio Apitalia Online]
 
 
 L'Editoriale
 
Un colpo al miele
 
Pur senza grandi clamori, il 1° gennaio 2016 è entrato in vigore il Regolamento 2015/1005 della Commissione europea “che modifica il Regolamento (CE) n. 1881/2006 per quanto concerne i tenori massimi di piombo in taluni prodotti alimentari”. La novità: il miele entra nella lista degli... [leggi tutto]
 
 
 
 
 IN QUESTO NUMERO  LA COPERTINA
   
L'editoriale
Il sommario degli articoli
Il sommario delle rubriche
Speciale Apicoltori
Le buone letture
Dalla parte del consumatore
Chiedi all'esperto
La voce delle Associazioni


   
 
 
 
 SPECIALE APICOLTORI:
 
... [leggi tutto]
 
 
 
 IN PRIMO PIANO SU APITALIA ONLINE N. 665
 
Flora apistica: I più importanti pollini europei

 ROSACEAERosa canina L. (Rosa selvatica) (Fig. 1) è un arbusto spinoso, distribuito su tutto il territorio italiano ed europeo. La sua fioritura, piuttosto vistosa, avviene nella tarda primavera. Il raccolto di polline, che avviene solo di mattina, si attesta nell’Italia centrale a... [leggi tutto]